Custodia impermeabile Spigen Velo A600: guida all’uso e test.

No Comment Yet

Custodia impermeabile Spigen Velo A600

waterproof phone case

custodia impermeabile Spigen Velo a600

Può succedere a chiunque di avere l’esigenza di dover tenere oggetti elettronici (ma non necessariamente solo elettronici) al riparo da acqua, sabbia, polvere o altri agenti fastidiosi e pericolosi e contemporaneamente dovere tenerli con sé e non abbandonati in spogliatoi, spiagge ed altri posti incustoditi. In questi casi la soluzione più pratica è una custodia impermeabile. Possibilmente non improvvisata, bensì studiata appositamente per darci le garanzie maggiori possibili. Anche perché il valore economico dei moderni devices oltreché quello dei dati, documenti e fotografie contenuti nei medesimi, meritano un’attenzione particolare.

Una custodia come si deve.

Ho avuto la possibilità di testare un prodotto sviluppato specificatamente per risolvere questo problema: la Universal Waterproof Phone Case” Velo A600 della Spigen. Si tratta di una custodia universale, per apparecchi smartphone che abbiano dimensioni inferiori ai 6 pollici di diagonale. Viene forrnita con un laccio per poterla portare appesa ed un piccolo manuale d’utilizzo in cinque lingue: inglese, francese, tedesco, italiano e spagnolo. Certificata impermeabile fino a 100 piedi, sarebbe a dire una trentina di metri; sicuramente, molto più di quello che serve alla maggior parte delle persone.

Se siete appassionati di video unboxing, ne trovate qui uno breve.

Materiali e imballaggio.

Innanzitutto chiariamo di cosa si parla: la custodia impermeabile Spigen Velo A600 è una busta di PVC saldata a caldo su tre lati ed ovviamente un lato aperto. Gli angoli arrotondati garantiscono uniformità nella saldatura ed evitano spigoli che possono impigliarsi e lacerarsi.

Sul lato aperto è applicata una chiusura di plastica con due pinze a pressione che forniscono una doppia chiusura a prova d’acqua. Eccola in particolare.

particolare del sistema di chiusura

Alla chiusura si può applicare il laccio aggiustabile in lunghezza, per poterlo portare al collo, a tracolla o come gradite. Il tutto è imballato in una busta di plastica opaca, su cui sono stampati i dettagli per aprire e chiudere la custodia. L’imballo stesso è richiudibile con un sistema classico “zip lock” simile a quello delle buste per il congelatore, consiglio di conservarlo per poi riporvi la custodia quando non viene utilizzata.

Libretto di istruzioni.

O come lo chiama il produttore: “nota di utilizzo“. Non storcete il naso, non è difficile usare questa custodia. Ma per usarla bene e responsabilmente, i 5 minuti persi a leggere questo foglietto Vi risparmieranno grandi pentimenti in seguito. Per due motivi:

  1. Può succedere che un prodotto industriale abbia un difetto. Statisticamente la probabilità è bassa, ma non è mai escluso al 100%.
  2. Potrebbe essere che il prodotto abbia subito qualche impatto o lo abbiate inavvertitamente lasciato nella macchina sotto il sole. E le materie plastiche vanno poco d’accordo con gli sbalzi di temperatura.

Quindi prima di buttarsi a capofitto è CONSIGLIATISSIMO fare la prova che il produttore suggerisce. Sarebbe a dire, verificare subito se ci sono evidenti danneggiamenti nel sacchetto e nella clip. Dopodiché, se sembra tutto a posto, testatelo inserendo un panno di carta o cotone e immergetelo in acqua fresca o comunque non superiore ai 30 gradi per almeno 3 minuti. Magari agitandolo nell’acqua. Io ho provato inserendo della plastica (anche il Lego va benissimo!) rivestita di carta di giornale, cercando di avvicinarmi il più possibile alle dimensioni ed al peso del mio smartphone. Ho usato la carta di giornale perché è una delle cose più igroscopiche che ci siano. Una goccia d’acqua oppure anche solo un po’ di umidità risulterebbero evidentissimi.

Ecco il mio risultato.

waterproof system

l’acqua rimane fuori

Molto bene. Non è entrata nemmeno una goccia né durante l’immersione, né durante un po’ di “pioggia” simulata con la doccia. Quindi possiamo fidarci ad inserire i nostri preziosi apparecchi.

Superato il test, continuiamo a leggere il libretto…

Sì, perché le informazioni più importanti cominciano adesso. Dobbiamo imparare a mantenere la custodia in buono stato, affinché duri il massimo in piena efficienza. Le regole da seguire e ricordare sono:

  • Asciugare con cura la cover dopo ogni utilizzo. Se rimanesse dell’umidità all’interno, con la sigillatura integra, sarebbe un disastro per gli apparecchi più delicati. Assolutamente non usare il Phon!
  • Porre attenzione a fango, salsedine, calcare, sabbia e sporcizia. Un granello anche minimo comprometterebbe l’ermeticità della chiusura.
  • Non utilizzare in acqua calda! Lo ripeto, ma è importante, la plastica si deforma col calore. Quindi non andate in sauna e non immergetevi alle terme con la custodia al collo se la temperatura dell’acqua è superiore ai 30 gradi.

Utilizzo e chiusura

Ok, adesso che abbiamo finito di leggere il foglietto, prendiamo maggiore confidenza con la clip. La vera responsabile della sicurezza del contenuto nella custodia impermeabile.

In pratica consiste in due pezzi di plastica che racchiudono completamente l’orlo del lato aperto della busta. Sono collegati da due pinzette ricurve di forma ad uncino che girate verso l’esterno chiudono a scatto e trattengono a pressione i due pezzi. La pressione quindi viene applicata su tutto il lato aperto (che ha anche una filettatura tipo zip lock) impedendo entrata e uscita di aria, acqua e qualsiasi agente esterno. Mi permetto di aggiungere che è preferibile fare in modo che non resti molta aria all’interno: questo al fine di non creare troppa pressione interna (schiacciando la custodia potrebbero crearsi buchi o danni) e non rendere più difficile il tocco sul touch screen.

Posso utilizzare il touch?

Sì. Naturalmente la precisione non è il massimo, ad esempio non credo sia il caso di cercare di battere il record a Ruzzle. Però si può utilizzare il touch abbastanza confortevolmente per selezionare un’icona, o scorrere delle immagini. Scrivere un messaggio può essere un minimo più difficile, ma non impossibile.

Potete anche ricevere telefonate, la qualità audio non ne risente particolarmente, sebbene la sensazione di parlare attraverso la plastica sia un po’ strana, ma è solo questione di abitudine, non la definirei un fastidio. Anche Siri e Cortana non si sono lamentate e rispondono alle domande come sempre.

La pratica e l’estetica.

la custodia impermeabile può essere utilizzata anche con eleganza

Anche elegante

Potete vestirvi eleganti oppure andare in giro in costume, il colore nero della clip si adatta con tranquillità a tutte le situazioni.

Potete quindi considerarlo un utile accessorio non solamente in situazioni balneari o comunque di svago, ma anche in situazioni di lavoro che minaccino l’integrità dei vostri oggetti (cantieri, fabbriche, luoghi polverosi…)

al mare

in spiaggia

In definitiva

Nell’insieme l’impressione è positiva. Certo si tratta di qualcosa di delicato, quindi la durata del prodotto  sarà direttamente proporzionale alla cura con cui verrà utilizzato. Sembra un’ovvietà banale, ma in questo caso trovo giusto sottolinearlo. Se ci dovessimo trovare con lo smartphone a contatto con l’acqua perché conservavamo la custodia nella stessa borsa delle ciabatte da mare ancora piene di sabbia, dentro al bagagliaio della macchina parcheggiata al sole per otto ore, non potremo lamentarci se non con noi stessi.

Se invece avremo per la custodia impermeabile Spigen Velo a600 la stessa considerazione che meritano gli oggetti che vogliamo proteggere, allora non potremo che essere contenti e soddisfatti. L’utilizzo prolungato con sempre il medesimo apparecchio, a lungo andare deformerà la custodia e si adatterà come un abito sartoriale, rendendo però più difficile l’eventuale utilizzo con contenuti di forma diversa.

The Review

Custodia impermeabile Spigen Velo A600

7.3 Score

"Nell'insieme l'impressione è positiva. Certo si tratta di qualcosa di delicato, quindi la durata del prodotto sarà direttamente proporzionale alla cura con cui verrà utilizzato. "

Where to buy:

The Good

  • Qualità costruttiva
  • Design

The Bad

  • Plasticoso, fin troppo

Breakdown

  • Design 70%
  • Protezione 80%
  • Rapporto Qualità/Prezzo 70%
Roberto Viscovich

Author

Roberto Viscovich

Ha più di vent'anni da più di vent'anni. Appassionato di tecnologia retrò. Risolve problemi e adora le app che aiutano a farlo.

Discussion about this review