Come lavorare da casa con TeamViewer

Quando si tratta di lavorare da casa, uno dei modi più veloci, economici e semplici per creare un ufficio in casa è il software di lavoro remoto di TeamViewer 

0 10

La tecnologia rappresenta uno strumento indispensabile per far fronte alla chiusura forzata degli uffici. Improvvisamente molte persone si sono trovate nella necessità di dover lavorare da casa.  Come possono le aziende preparare i propri dipendenti ad affrontare questa nuova situazione di lavoro da remoto salvaguardando anche la produttività?

Quando si tratta di lavorare da casa, uno dei modi più veloci, economici e semplici per creare un ufficio in casa è il software di lavoro remoto di TeamViewer che consente ai dipendenti di accedere al proprio computer dell’ufficio – completo di tutti i file, programmi e reti aziendali – come se stando seduti in ufficio.

Installando il software TeamViewer su qualsiasi dispositivo, si può disporre immediatamente di una connessione sicura a PC o laptop o a un computer aziendale.

Ecco 5 suggerimenti di TeamViewer per lavorare da casa limitando i rischi di contagio delle situazioni esterne.

  • Sicurezza e flessibilità

Innanzitutto è necessario creare empatia: i responsabili aziendali devono dimostrare che la sicurezza per la salute dei dipendenti, delle loro famiglie e degli amici è al primo posto. La flessibilità deve essere alla base dell’organizzazione del lavoro che deve essere rivalutata per rispettare le scadenze e le priorità aziendali a fronte di questa pandemia globale.

teamviewer

  • Socializzazione

La solitudine è una componente importante quando si rimane seduti in casa al posto di essere occupati in ufficio, ed è bene considerarla. Negli ultimi anni, sul mercato sono disponibili molti programmi di video chat e altri software che abilitano il lavoro da remoto dunque ora, più che mai, è arrivato il momento di adottare uno di questi strumenti! Lavorando da remoto si perdono le comunicazioni informali che si svolgono in ufficio quindi i team di lavoro dovrebbero programmare le pause caffè virtuali utilizzando le opzioni di video conference per parlare sia di lavoro e sia di come si sta affrontando la situazione attuale.

  • Concentrazione e pianificazione

Lavorare da casa ogni giorno può essere fonte di distrazione, soprattutto quando si hanno bambini. E’ importante organizzarsi con una postazione di lavoro tranquilla dotata di scrivania, una sedia da ufficio e monitor con altezza regolabile, un mouse e una tastiera esterna da collegare al PC. Sarebbe meglio evitare di lavorare su un laptop tutto il giorno. Inoltre, è necessario stabilire priorità e obiettivi, soprattutto per coloro che non sono abituati alla modalità smart working è importante un po’ di disciplina e pianificazione: per esempio, comunicare la propria disponibilità nel calendario o con gli altri strumenti di chat, organizzare le riunioni in anticipo, dare visibilità del proprio lavoro e tenersi attivamente in contatto con i colleghi e i propri superiori.

  • Restare connessi

I programmi software per videoconferenza sono diventati molto comuni nelle aziende e sono indispensabili per poter lavorare da casa, ma le videochiamate, le chiamate vocali e la posta elettronica all’email non coprono tutte le tue esigenze di lavoro a distanza.

Sia che si utilizzi una VPN o un software di accesso remoto, in molti casi è indispensabile connettersi ai sistemi aziendali quali i server, le applicazioni, i file o il proprio PC rimasto in ufficio. Inoltre, alcune persone non dispongono di un dispositivo messo a disposizione dall’azienda per lavorare da casa, e in questi casi soprattutto, TeamViewer può aiutare a rimanere in contatto con le risorse dell’azienda per accedere a server, dispositivi IoT e mobili – laddove nessuna VPN è richiesta.

Soprattutto per coloro che sono poco esperti di tecnologia, grazie all’accesso multipiattaforma da TeamViewer, gli utenti possono collegarsi da remoto a un computer Windows dal proprio MacBook di casa o da qualsiasi dispositivo iOS o Android.

Ciò significa, per esempio, che non è necessario salvare i file su cloud o su una chiavetta USB dedicata, poiché tutto ciò di cui si ha bisogno è già nel computer dell’ufficio cui si accedere comodamente da remoto rimanendo a casa. È anche possibile il trasferimento di file tra i dispositivi, quindi non è più necessario inviare un documento via e-mail!

  • Rimanere in salute

Contrariamente a molti luoghi comuni, in realtà le persone sono più produttive quando lavorano da casa – come evidenzia uno studio della Stanford University – dunque è importante non sovraccaricarsi e fare delle pause. Inoltre, preparare pasti sani, fare esercizi fisici aiutano a rimanere in salute. Lo stress è un veleno per il sistema immunitario, dunque rimanere attivi fisicamente e con regolarità è il miglior antidoto all’ansia nei periodi di restrizione di qualsiasi attività all’aperto.

E voi, come lavorate da casa? 🙂

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.