Guida alla miglior postazione da Gaming

I nostri consigli per progettare la postazione gaming dei tuoi sogni!

0 195

Ogni gamer che si rispetti sogna una propria postazione da gaming, e, se anche tu stai cercando idee o spunti su come realizzarne una che si adatti a te, sei nel posto giusto!
A seguire elencheremo per bene ogni caratteristica e accessorio indispensabile per la tua nuova postazione da gaming!

 

 

La prima cosa da decidere è il tipo di gaming che vogliamo fare nella nostra postazione:  PCconsolesim racing ibrida.
Questo fattore è basilare, perché un giocatore console può permettersi delle comodità diverse da un giocatore PC che deve posizionarsi alla scrivania, mentre un giocatore di sim racing necessita una postazione guida(tipo un volante). Quindi pensa bene a delle eventuali espansioni, anche in futuro.

  1. Definisci il tuo budget! Prefissati un budget, tieni prima conto di cosa è effettivamente essenziale e successivamente a cosa vuoi.
    Fatto ciò annota tutti i componenti necessari, tutti quelli che la tua postazione deve avere e falli rientrare nel tuo budget.
  2. Misura gli spazi a tua disposizione. Ovviamente non puoi permetterti una nave quando la tua stanza è di 10 m²!
    Quindi una volta che ti sei reso conto di che spazio hai di disposizione, armati di metro e pazienza e controlla le misure di tutto ciò che devi acquistare.
    Sfrutta al massimo tutti gli spazi, senza però ammassare!
  3. Dopodiché pensa allo stile di postazione che vorresti.
    Si può scegliere tra svariati stili per creare la propria postazione, esistono postazioni gaming minimali, colorate, illuminate etc.

In base al design scelto, ora dovrai trovare una scrivania che si adatti al meglio al tuo progetto, probabilmente dovrai corredarla di vari optional per renderla funzionale, ma iniziamo dalla base della tua postazione.
La scrivania. Sul mercato possiamo trovare svariate tipologie di scrivanie:
Scrivania gaming: oltre ad un’estetica particolare, hanno alcune caratteristiche che ci aiutano nella gestione dei cavi e nell’organizzare la propria postazione
Scrivania PC da studio: la classica scrivania da studio o ufficio, si adatta quasi sempre alle nostre esigenze e soprattutto utile per risparmiare sul budget.
Scrivania ad altezza regolabile: un’opzione più moderna e costosa, consiste in una scrivania che si può regolare in altezza tramite una manovella elettricamente.
Si consiglia comunque di optare per una scrivania larga, in quanto vi è più spazio per posizionare oggetti come casse e altri eventuali accessori.
La larghezza diventa un parametro fondamentale quando nel nostro setup intendiamo inserire più di un monitor.
Da tenere sempre in considerazione il tipo di audio che intendiamo installare, ad esempio un impianto DOLBY SURROUND sarà molto ingombrante, e dovrete quindi studiare sin dal principio come gestire al meglio lo spazio disponibile.
Altra cosa da tenere in considerazione è la posizione del Case del vostro PC.

 

 

Sedia da gaming. Se trascorriamo molte ore al PC, per giocare o lavorare è fondamentale avere una sedia di qualità che ci aiuti a mantenere una postura corretta ed eviti mal di schiena e altri problemi.
Le migliori sedie sul mercato sono senza dubbio quelle ergonomiche, ma costano anche di più. Ci sono alcuni modelli di sedie che hanno anche un sistema di aerazione, altre presentano ingressi USB o jack audio per collegarci direttamente dalla seduta della sedia. Sono presenti sul mercato anche sedie con un sistema audio(casse e subwoofer incorporati) integrato, ma ovviamente più feature questa avrà più ne farà lievitare il costo.
Esistono anche sedie appositamente create per il racing, con supporto per pedaliera, cambio e volante.

 

Poggiapiedi. Per migliorare la postura e l’ergonomia della seduta il poggia piedi è indispensabile, non costa molto, si parte dai 20/30€ a seconda del modello.

Gestione dei cavi. Alcune scrivanie gaming o da ufficio hanno i passacavi inclusi, mentre la maggior parte non li ha.
A meno che non intendiate forare la scrivania, esistono soluzioni alternative come i passacavi, i box Hub per i cavi, porta cavi, le clips, canaline etc.

                  

Prese elettriche. In una postazione gaming la sicurezza per il nostro investimento è fondamentale. Dunque assicuratevi di aver acquistato un buon HUB che eroghi sufficiente energia, che abbia abbastanza prese, che filtri la corrente in modo da fornire una corrente costante e di qualità che non rovini i componenti del PC e che abbia una protezione contro eventuali sovratensioni.

   

Gruppo di Continuità(UPS). Le UPS sono dei dispositivi che hanno come funzione primaria quella di fornire corrente ai nostri componenti in caso di blackout evitando così lo spegnimento del computer e la perdita del lavoro svolto. Le interruzioni improvvise della corrente possono danneggiare gravemente il tuo PC o qualsiasi altro componente del tuo setup, quindi vale la pena spendere qualche euro in più in questo settore piuttosto che rammaricarcene dopo.

 

 

Preparato lo “scenario” del nostro setup, passiamo ora con l’inserimento delle componenti che andranno ad operare in esso.
Monitor. La configurazione più comune, oltre che più economica è quella a monitor singolo, a seconda del tipo di videogiocatore che sei questa potrebbe essere quella ideale. Per non gravare sulle performance del PC solitamente il monitor è singolo, da 27″, non oltre il 2k. Importante è avere una buon “refresh rate”(frequenza di aggiornamento almeno 120 Hz) e un tempo di risposta quanto più basso possibile(consigliato almeno dai 2/3 millisecondi). Molto diffusi tra i pro gamer sono i monitor ultra wide, con risoluzione 21:9 che permettono di avere molto più spazio sullo schermo (punto a favore per molti videogiochi).
Per quanto riguarda invece l’ormai diffusissimo 4k, non cambia molto da un punto di vista organizzativo, se non per il fatto che avrai bisogno di un PC più performante.
Dual o più monitor. La configurazione gaming con due o più schermi è una soluzione utile per chi usa il PC per svariate task legate al gaming o al lavoro. Il monitor principale lo si può usare per giocare, mentre il secondo monitor si può utilizzare per mettere eventuali mappe del gioco, chat o se fare streaming. Ci sono casi in cui si possono utilizzare dai tre a più monitor in ambito gaming espando maggiormente la visuale del display.

 

Tappetino(Mouse pad). Il mouse pad da gaming è realizzato con materiali che favoriscono il movimento del mouse, offrendo una maggiore precisione di tracking dei movimenti. Esistono vari tipi di tappetini e ognuno di esso offre resistenze differenti in base a come è stato costruito. Molto comodi i mouse pad XXL, abbastanza spaziosi perfino per poggiare la tastiera!

    

 

 

Mouse. Il mouse è un componente molto rilevante, rappresenta i nostri occhi e il nostro mirino in game, è un oggetto che va scelto con cura e al quale bisogna abituarsi nell’uso.
Ne esistono vari modelli in commercio, con forme e caratteristiche differenti:
Mouse gaming all round cablati; con cavo USB è la tipologia più diffusa, questo perché la connessione USB elimina ogni possibilità di ritardi nella trasmissione degli input
Mouse gaming MMO; composti da un tastierino ai lati con 9/12 tasti adatti ai giocatori di MMO
Mouse gaming wireless; al giorno d’oggi ci sono modelli molto performanti e che non hanno alcun lag input ma soprattutto si possono utilizzare sia con cavo che senza, sono una soluzione utile per chi vuole una scrivania pulita senza troppi cavi.

     

 

 

Tastiera. La selezione della tastiera dovrebbe essere più legata al tipo di videogiocatore che sei che all’estetica della postazione. Ci sono tre opzioni che devi valutare per scegliere:
Full Key; tastiera con tutti i tasti a disposizione, per la gestione dei media e per la gestione delle macro.
– Tankeyless
; è una tastiera da gaming compatta senza il tastierino laterale, utile per chi ha bisogno di più spazio per adoperarsi a usare il mouse.
Wireless; questa, come per il mouse wireless è una soluzione per chi odia i cavi e non teme input lag.

Cuffie e supporto cuffie. Le cuffie per un gamer sono un oggetto importante da possedere. Certo, giocare con un impianto dolby surround è tutta un’altra storia, ma costi eccessivi e questione di spazio in molti casi ci vanno contro, quindi è sempre utile avere delle ottime cuffie da gaming appese alla scrivania.
L’audio è una componente molto importante in un videogame, ci aiuta ad immergerci nell’atmosfera ludica al meglio  e dunque scegliere cuffie di scarsa qualità potrà riflettersi negativamente sull’esperienza di gioco.
Esistono molteplici tipi di cuffie da gaming, ognuna con differenti caratteristiche; dalle semplici cuffie stereo alle cuffie con microfono, cuffie con audio a 7.1, cuffie 7.1 con dolby surround, cuffie wireless etc. L’importante è scegliere il tipo di cuffia con una buona qualità audio.
Per poggiare le nostre cuffie bisogna munirsi di un apposito supporto, ce ne sono di moltissimi tipi sul mercato; dai classici poggia cuffie, a quelli illuminati, accessoriati, con prese di ricarica USB etc.

 

 

 

 

Gamepad. Non tutti i videogiochi sono comodi da giocare mouse e tastiera, giochi come FIFA o PES, Tekken o Street Fighter ad esempio sono studiati per dare il loro meglio se giocati con un bel joystick alla mano! Quindi prendere in considerazione l’acquisto di un buon gamepad può rivelarsi un’ottima idea.

  

 

Volante. Se sei un appassionato di giochi racing allora dovrai assolutamente concederti l’acquisto di un volante. Non c’è bisogno di grandi requisiti per installare un volante, ma solo di spazio, infatti i volanti sono ingombranti e la problematica di dove conservarlo può dare non pochi grattacapi.

 

Router. Un buon router da gaming può fare la differenza, specie nei videogame online. Grazie ad alcune sue specifiche funzionalità, il router andrà a creare una specie di canale preferenziale che si dedicherà al vostro gaming online; in parole povere, ad esempio darà precedenza al segnale in gaming, rispetto a chi sta guardando un film in streaming.
Molti router di fascia medio alta hanno il wireless a 5 Ghz che permette una trasmissione più veloce al classico 2.4 Ghz, sempre che il vostro dispositivo supporti questo tipo di connessione.

 

 

 

 

Decorazioni. Eccoci giunti alla fase finale: con il restante del budget potremo sbizzarrirci nell’estetica della nostra postazione. Si parte da dei semplici LED colorati fino a pannelli insonorizzati, pannelli LED, grafiche 3D, quadretti, action figure e gingilli a piacimento!
Ecco alcuni esempi:

   

 

     

 

E voi? Avete già preparato il taccuino su cui scrivere a cosa non potete assolutamente rinunciare in una postazione da gaming? Fatecelo sapere nei commenti, sperando che questa guida vi sia stata utile e di gradimento.

 

 

 

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.