La Tecnologia semplice da leggere.

Razer Basilisk X Hyperspeed | Recensione

Razer Basilisk X Hyperspeed: Il nuovo mouse entry level di Razer.

Il Razer Basilisk X Hyperspeed è il nuovo mouse wireless entry level progettato da Razer rinnovato nel design e nell’hardware rispetto alle vecchie versioni.

È un mouse creato ad hoc per gli sparatutto ( come Overwatch, Call of Duty etc ) ma capace di essere sfruttato, grazie alle sue caratteristiche e al suo design ergonomico, su praticamente ogni tipologia di gioco esistente.

Un degno erede

Razer Basilisk X Hyperspeed è un nuovo mouse di casa Razer che è stato presentato solo pochi giorni fa come versione entry level del Razer Basilisk Ultimate ed è l’erede del vecchio Basilisk, modello che ha accompagnato decine di migliaia di gamer nelle loro sessioni più ardue.

 

Rispetto al suo antenato ha subito un restyling totale e il mouse risulta più spigoloso ed accattivante, rimane però un generoso poggia pollice che rende il dispositivo molto comodo da usare ed ergonomico.

Di per se il mouse ha un design identico alla versione ultimate ma cambia drasticamente l’hardware al fine di ridurne il costo, molto elevato nella sua versione top di gamma.
Le differenze principali sono:

  • La mancanza della dock di ricarica e della batteria integrata
  • La mancanza del sistema di led
  • L’utilizzo di switch meccanici e non opto-meccanici

Unboxing e prime impressioni:

Il Razer Basilisk X Hyperspeed ci verrà recapitato in una scatolina nel solito stile Razer con la foto del mouse nella parte anteriore e le informazioni distribuite per il resto della scatola, sarà assente la finestra che ci permetterà però di osservare il contenuto del packaging e il mouse si potrà vedere solo una volta tolti i sigilli e aperta la confezione.

Aprendo la scatola troveremo una batteria AA non ricaricabile e il mouse collocato all’interno di una protezione realizzata in cartone, imballato in una bustina di plastica morbida, che eviterà anche l’infiltrazione di polvere, ma senza nessuna protezione agli urti.

Inoltre, all’interno della confezione, saranno presenti il certificato di garanzia Razer, valido per due anni, la manualistica e un set di adesivi.

Una volta che rimuoveremo il mouse dalla sua bustina potremo subito notare la leggerezza del mouse, che comunque risulta molto robusto al tatto, e sembra non vedersi da nessuna parte il vano  batteria che è nascosto da uno sportellino magnetico sul dorso del mouse.

All’interno del vano batteria sarà inoltre presente la pennina usb wireless che servirà a utilizzare il mouse dal pc.
Nella parte inferiore del mouse invece potremo notare, oltre il sensore ottico da 16.000 DPI, un piccolo switch che servirà a spegnere il mouse o a passare dalla modalità wireless alla modalità Bluetooth con la quale sarà possibile utilizzarlo anche con i dispositivi mobili ( Tablet, Smartphone etc. ).

Review:

 

Il design

Il Razer Basilisk x Hyperspeed è una piccola rivoluzione per quel che concerne il mondo dei mouse wireless a basso costo.

Il design è spigoloso e accattivante e il mouse è totalmente in plastica con due grip laterali in gomma e una parte lucida che divide le varie sezioni del mouse.

Presenta sul lato sinistro due tasti programmabili e un piccolo tasto al di sotto della rotellina che ci permetterà di cambiare la sensibilità del sensore, che è possibile impostare fino a 16.000 DPI.

Razer ha progettato questo mouse per destrimani e non è utilizzabile dai mancini che dovranno valutare altre opzioni offerte dalla casa produttrice.

I tasti

La rotellina in gomma è ben integrata tra il tasto destro e il sinistro e ha vicino il tasto per regolare gli step di sensibilità del sensore.

Tuttavia si sente la mancanza del tasto aggiuntivo sul lato sinistro presente nella versione ultimate e degli altri due tasti nella rotellina del mouse che non sono fondamentali ma spesso comodi, specialmente negli fps.

Tutti i tasti, ad eccezione di quello dedicato agli step della sensibilità, sono dei meccanici, e hanno un’ottima risposta e un bel feeling, si sente bene quando la pressione è stata effettuata.

Le prestazioni

Per quel che riguarda le prestazioni non vi è molto da dire, il sensore è un 5G di razer con una sensibilità di 16.000 DPI, lo stesso che troviamo su tanti altri modelli come il Naga Trinity, il Lanchead e il Viper.

Il mouse ha un ottimo lift off, regolabile dalle impostazioni di Razer Synapse 3, ed è possibile calibrarlo sul vostro tappetino, oltre che scegliere una serie di preset creati per i tappetini della razer.

Inoltre tramite il programma è possibile impostare il polling rate del sensore da Synape e varia dai 100Hz ai 1000Hz, alla pari degli altri mouse da gaming e superiore ai soliti mouse economici che si trovano sul mercato che solitamente si aggirano sui 50/100Hz.

Ultima chicca è l’Hyperspeed, una tecnologia di comunicazione wireless ideata da Razer che permette una riduzione dei tempi di latenza dei mouse non cablati e un aumento delle prestazioni del 25%.

Nonostante ciò la durata della batteria è veramente ottima, razer dichiara 450 ore con una singola batteria in modalità bluetooth e di 285 ore in modalità Wireless, questo è possibile anche grazie all’assenza del sistema di illuminazione Chroma, cosa presente nella versione ultimate.

Synapse

Il corretto funzionamento del mouse dipende dalla presenza su pc dei driver e della suite Synapse 3.0 che viene ormai scaricata automaticamente da Windows al primo collegamento del dispositivo.

Infatti è proprio grazie a questi driver è possibile personalizzare il mouse come meglio si crede passando per la personalizzazione dei tasti all’attivazione dell’hypershift (una funzionalità che permette di dare ai tasti una doppia funzione), all’impostazione delle performance e degli step di sensibilità e passando alla fine alla calibrazione e alle impostazioni dell’alimentazione ( nelle quali è possibile impostare lo sleep automatico del mouse etc. ).

Purtroppo la suite Synapse 3.0 non è presente su Mac OS ma sul sistema della mela il mouse funziona comunque egregiamente con il limite di non poter definire il funzionamento dei tasti, se non utilizzando software di terze parti.

Conclusione

Pensato e progettato per essere un ottimo compromesso tra qualità e prezzo il Razer Basilisk X Hyperspeed si posiziona tra i migliori mouse wireless della sua fascia di prezzo.

Nonostante sia ergonomico, bello da vedere, comodo da usare e con tantissime funzionalità personalizzabili e sfrutti tecnologie di prima qualità il mouse riesce comunque a mantenere un prezzo relativamente contenuto ed è di conseguenza molto accessibile a un pubblico di gamer che cercano un buon mouse wireless da utilizzare tutti i giorni.

 

80%
Ottimo

Veramente un buon mouse, si piazza molto bene nella sua categoria e nella sua fascia di prezzo grazie alle sue caratteristiche e alle tecnologie di ultima generazione integrate. Se cercate un mouse wireless versatile e non troppo costoso è sicuramente la scelta giusta.

Amazon
  • Design
  • Prestazioni
  • Durata della batteria
  • Versatilità

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.