Ecco come nasce il BQ Aquaris X5 e l’azienda 100% Europea!

0 396

BQ, azienda nata in Spagna, da 6 ragazzi universitari, ora è un brand leader per quanto riguarda l’elettronica di consumo, espandendo i suoi dipendenti fino ad arrivare a 1300, con provenienze da 23 paesi.

Successo garantito anche per la politica che c’è dietro la creazione dei prodotti BQ, l’azienda concepisce, progetta e sviluppa al 100% in Spagna smartphone, tablet, stampanti e scanner 3D, kit di robotica educativa e schede elettroniche. Di certo non poche sono state le difficoltà, riscontrate nel tempo dall’azienda, la non conoscenza dei metodi di produzione a livello europeo e l’accesissima concorrenza orientale.

BQ making X5

Dopo il successo iniziale della linea Aquaris E, l’azienda BQ, ha prodotto il nuovo top di gamma Aquaris X5 che viene prodotto grazie ad un meticoloso procedimento, come spiegato da Rodrigo del Prado, Deputy General Director & BQ Co-Founder: “Partendo da un’idea originale che prende forma come bozzetto su carta, un team di professionisti viene coinvolto in un processo complesso che porta al prodotto finito, pronto per essere venduto”.

4 sono le fasi operative per la creazione di un nuovo smartphone, Progettazione, Creazione del prototipo, Collaudo del prototipo e Prodotto finale; così è stato anche per Aquaris X5 che ha rotto gli schemi per il design innovativo e i materiali moderni.

Tutto il processo ha inizio con un briefing interno per stabilire le caratteristiche generali e tecniche del nuovo smartphone. Il team di progettazione comincia quindi a concentrarsi sulla fase più creativa. “Facciamo una ricerca sulle tendenze attuali, cerchiamo forme, texture ed eventuali colori che ci ispirano,” spiega Julien Pejenaute del dipartimento di Ingegneria Meccanica e Design Industriale.

A questo segue la realizzazione di un prototipo in stampa 3D, per potersi rendere conto della tipologia di design che poi l’utente avrà realmente tra le mani, proseguendo poi con la scelta dei materiali, delle texture e del grado di brillantezza.

Queste tappe sono state particolarmente importanti nel caso di Aquaris X5, proprio in quanto ha segnato un cambio radicale nel design: “Abbiamo cercato di creare un terminale leggero, le cui forme amplificassero le proprietà del metallo”, aggiunge Pejenaute. La scelta di utilizzare questo materiale ha permesso a BQ di sperimentare nuove tecniche di produzione, sviluppare nuovi design e nuove forme espressive.

BQ making Aquaris X5

L’innovazione Aquaris X5: il metallo come protagonista

  • Realizzato in alluminio doppio anodizzato
  • Lo stampaggio a iniezione DIE casting e il Nano Molding (NMT) consentono di fissare il metallo al policarbonato senza nessun elemento aggiuntivo
  • Display da 5’’ con risoluzione HD e una con densità di 293ppi
  • Processore Qualcomm Snapdragon 412 con GPU Adreno 306
  • Disponibile con 2GB o 3GB di RAM e nella versione da 16GB o 32GB di memoria integrata espandibile
  • Fotocamera posteriore da 13Mpx con sensore Sony IMX214. Composta da 5 lenti, include doppio flash, messa a fuoco automatica e un’apertura focale da f/2,0
  • Fotocamera frontale da 5Mpx, incorpora 4 lenti, un flash e un’apertura da f/2,0
  • Batteria LiPo 2900 mAh
  • Due schede Nano-SIM in uno stesso vassoio
  • Tecnologia Dolby Atmos per un’esperienza audio 3D
  • Dimensioni: 144.4 x 70.5 x 7.5mm / Peso: 148 gr.
  • 3 Colorazioni: Black-Anthracite Grey / White-Rose Gold / White-Silver
  • Garanzia di 5 anni
close
Iscriviti alla newsletter!

È super facile restare aggiornati 🤟

Ricevi ogni settimane le ultime notizie e guide targate Plusrew.com