Crash World: L’erede di Crazy Taxi? (Early Access)

Da qualche giorno è apparso su GameJolt un gioco davvero particolare: Crash World. Il gioco è ancora ad uno stato primordiale, ciò vuol dire che è ancora in piena fase di sviluppo. Nonostante questo, però, Crash World risulta essere abbastanza godibile. La cosa che lo rende particolare, però, è la vaga somiglianza con un famosissimo gioco Arcade del passato, ossia Crazy Taxi.

Crazy Taxi

Crazy Taxi

Il Gameplay

I punti in comune con l’ex colosso Arcade targato Sega sono i seguenti: una mappa aperta e sufficentemente interagibile; una guida davvero molto arcade; lo spirito rilassato e ben poco serioso del gioco. La differenza sostanziale tra Crazy Taxi e Crash World, che allo stesso tempo un po’ li accomuna, è che se nell’Arcade di Sega bisognava ricoprire il ruolo di tassista, raccogliendo clienti ovunque (persino sott’acqua) e portarli altrettanto ovunque, in Crash World saremo un fattorino delle pizze, quindi il gameplay non sarà troppo differente, anche se con obbiettivi diversi.

Fin qui nulla di strano, si potrebbe pensare che lo scopo del gioco sia quello di consegnare le pizze il più velocemente possibile per totalizzare il punteggio maggiore. In effetti lo scopo dovrebbe essere questo, ma giocando cominceremo a fregarcene ed a distruggere tutto. Qui, infatti, si capisce il perché questo gioco si chiami “Crash World”.

Crash World

Per consegnare le pizze useremo un automobile, personalizzabile con gadget acquistabili tramite monete ottenibili in gioco. Come detto, ci troveremo in una mappa aperta, per la precisione una cittadina. Ecco, qualsiasi cosa che vedremo, palazzi a parte, potrà essere distrutta ed investita, diventando ben presto un gioco alla Carmaggeddon più che alla Crazy Taxi. Inutile dire che fare macello da pirata della strada è davvero molto divertente, sebbene però la voglia di giocare diminuisca troppo presto a causa della monotonia.

La Grafica

Il comparto tecnico di Crash World è minimale, non ha nulla di che ed è volutamente cubettoso. Si poteva fare di molto meglio, considerando che ormai Unity è un motore grafico in grado di sfoggiare belle cose, nonostante i suoi limiti.

Crash World

Le texture invece sono davvero un punto dolente, di bassa risoluzione e poco varie. Forse l’unica cosa che potremmo veder migliorata nella versione definitiva. Totalmente assente un qualsiasi tipo di illuminazione dinamica, cosa che non aiuta a rendere meno piatta la grafica di gioco.

Considerazioni Finali

Inutile dire che Crash World, allo stato attuale, è irrecensibile. Tante cose sono approssimative, ma altrettante sono le cose che potrebbero essere migliorate e/o introdotte nel gioco. Essendo in early access, per giunta scaricabile gratuitamente da qui, il consiglio è quello di scaricarlo e di provarlo. Tra l’altro, su Gamejolt sta riscuotendo molto consenso. L’augurio è quello che esca al meglio da questa fase di early access, quando succederà arriverà anche la recensione finale. Fino ad allora, buon divertimento e buona distruzione.

Alessio Fuscà

Author

Alessio Fuscà

Sono un gamer accanito, lo sono sempre stato sin dal 2003, quando ho mosso i miei primi passi tra Playstation e Gameboy. Sono fondamentalmente un critico, che però sa riconoscere la qualità aldilà del mio stesso giudizio personale, manifestandolo quando serve. Sono sia un console gamer che un PC gamer per scelta, perché ogni piattaforma ha qualcosa di buono e nessuna è meglio di altre.

Up Next

Related Posts

Discussion about this post