Battlefield 1 Beta: prime impressioni

0 390

Come molti di voi sapranno, la beta di Battlefield 1 è nel pieno del suo svolgimento, e tutti ne stanno parlando. Anche noi di PlusRew la analizzeremo per chi non ha la possibilità di giocarci ma è comunque interessato ad acquistare il gioco in futuro. Le opinioni riguardano sopratutto la modalità Conquista.

Battlefield 1 Beta | Grafica e meccanica

La grafica del gioco, come per gli altri Battlefield, è potenziata dal Frostbite Engine, uno degli engine più performanti (e pesanti) sviluppati. La rappresentazione grafica del Deserto del Sinai è quindi estremamente dettagliata: addirittura la sabbia scende dalle rocce quando vi ci sdraiate sopra.

Le armi (quelle poche disponibili nella Beta) sono riprodotte fedelmente: si va dai fucili ad otturatore Gewehr 1888 e Lee Enfield Mk. III (con relative versioni sniper), passando per le pistole mitragliatrici MP 18 e MAB fino alle potenti mitragliatrici da supporto come la MG 08. I veicoli sono anch’essi riprodotti con cura, anche se le prestazioni delle camionette sono un po’ esagerate; i tanks invece sono ben equilibrati, che si tratti di carri leggeri o pesanti. I primi hanno più protezione e potenza di fuoco, mentre i secondi sono più rapidi e adatti ad affrontare la fanteria.

I cavalli, vera novità di questo capitolo, sono sembrati un po’ macchinosi nei movimenti e con la tendenza a bloccarsi davanti ad ostacoli facilmente oltrepassabili (stesso difetto riscontrato nei fanti, che superano facilmente grossi massi ma si bloccano di fronte a piccoli scalini). Dimenticatevi quanto visto nel trailer, con un cavaliere lanciato al galoppo in aperto deserto: verrete abbattuti immediatamente dai moltissimi cecchini appostati ovunque in questa mappa; una volta a cavallo potete scegliere se imbracciare il moschetto oppure sguainare la spada, utile in luoghi non molto ampi.

Battlefield 1 Beta | Mappa

La mappa inserita in questa Beta è Deserto del Sinai, l’ultima rivelata. Si tratta certamente di una ambientazione inedita e originale, ma che deve essere studiata attentamente per renderla godibile. Diciamo che i ragazzi di DICE ci sono riusciti a metà: la mappa è davvero enorme, forse anche troppo per percorrerla a piedi. Il deserto vero e proprio si trova nella parte sud della mappa, dove è ubicato anche l’avamposto desertico, unica base in tutta la parte inferiore della mappa; risultato, nessuno combatte lì, ogni tanto passa qualcuno con una camionetta e la conquista. Metà mappa, quindi, è quasi inutilizzata.

Nella parte nord troviamo invece un’enorme parete rocciosa a strapiombo che delimita la mappa, ed è qui che si concentra la maggior parte dei combattimenti, tra le rocce, la gola e l’enorme rupe da cui dominare tutto il campo di battaglia con il fucile da cecchino. A metà tra i due spawn iniziali delle rispettive fazioni si trova il villaggio, anch’esso ben curato: si può salire sui tetti delle case per cecchinare oppure aggirarsi con il mitra tra le strette vie per farsi ammazzare (almeno per me è così).

La mappa, alla fine, è ottima solo per i cecchini, che possono spararsi da mezzo chilometro di distanza senza nemmeno vedersi, ma solo con il riflesso dell’ottica. L’avanzamento delle truppe è ostacolato proprio dai cecchini che, solitamente appostati sulla rupe, possono eliminare facilmente molti bersagli che avanzano in campo aperto.

Battlefield 1 Beta

Battlefield 1 Beta | Tattica

In questo BF ancora più che in altri le classi sono particolarmente limitate: con Assalto avrete un raggio d’azione di massimo 20 metri, essendo quindi totalmente inutili in campo aperto: con Medico siete abbastanza equilibrati, con un fucile semiautomatico che è utile a corta e media gittata; con Supporto siete nella stessa situazione degli assaltatori ma con più colpi e una dotazione differente; infine lo Sniper, che è la classe più adatta a questa mappa e può essere usato sia in campo aperto sia nel villaggio, stando appostati sui tetti.

Queste classi sono storicamente accurate (tralasciando i semiautomatici che erano praticamente inutilizzati all’epoca) ma tatticamente limitate: non potete usarle in ogni situazione, come si può fare in BF4 con i fucili d’assalto, che combinano precisione e velocità di fuoco. Questo significa che ogni giocatore deve sapere esattamente cosa fare per essere utile alla squadra, senza andare allo sbaraglio con armi inadatte.

I carri sono utili come copertura per avanzare in campo aperto sotto il fuoco nemico, mentre le camionette sono buone per veloci scorribande dietro le linee nemiche per piazzare bombe (in modalità Corsa). Fra le armi raccoglibili troviamo il lanciafiamme, che è particolarmente utile per “ripulire” case e rifugi all’interno del villaggio con facilità, visto che è semplicissimo arrostire decine di nemici, ma vi rende vulnerabili se il nemico è ad una certa distanza, in quanto la sua gittata è piuttosto limitata.

Il treno corazzato, tanto pubblicizzato, è divertente da guidare ma non offre tutta quel supporto ed è vulnerabile ai mitragliamenti e bombardamenti aerei. Parlando proprio dei velivoli, ne esistono di diverso tipo (caccia, bombardieri…) e hanno caratteristiche diverse, ma sono tutti piuttosto difficili da guidare e necessitano pratica per essere utilizzati al meglio.

Battlefield 1 Beta
Bisogna essere pratici per mirare a certe distanze con armi non adeguate

E quindi?

Quindi…non lo so. Tralasciando alcuni bug e glitch propri di una versione di prova (spawn senza armi, gente sospesa a mezz’aria e rocce trasparenti) non ho apprezzato questa mappa, eppure la possibilità di combattere in altri luoghi (sopratutto a San Quintino e sul Carso) mi affascina. Il Deserto del Sinai è una mappa per cecchini, e basta. Giocare con le armi automatiche è possibile solo da metà battaglia in poi, quando si entra nel villaggio, proprio a causa di quel realismo storico di cui sopra. San Quintino, mappa già vista e giocata all’E3 ed in Pre-Alpha, sembra più adatta ad ogni tipo di arma; EA non ha però considerato necessario far provare due mappe totalmente diverse ai giocatori, convinta forse che l’ambientazione suggestiva e la grafica spettacolare sarebbero bastate a dare un giudizio positivo di Battlefield 1. E invece, secondo me e molti altri gamers, una mappa differente sarebbe stata molto utile: in queste ore i forum del gioco sono tempestati di richieste di questo tipo. EA ha dichiarato che l’introduzione di una seconda mappa dipende solo dalla volontà dei giocatori, ma questo vorrebbe dire estendere la durata dell Beta, che finisce tra due giorni: speriamo di venire accontentati.

close
Iscriviti alla newsletter!

È super facile restare aggiornati 🤟

Ricevi ogni settimane le ultime notizie e guide targate Plusrew.com