Ecco Peeple, l’app per “recensire” le persone come gli Hotel

0 198

Quando si parla di “lasciare una recensione“, la prima cosa che ci viene in mente sono alberghi, hotel, prodotti al massimo, e tutti noi conosciamo bene TripAdvisor e Yelp come due dei più famosi siti di recensioni da parte di utenti reali. Oggi però si discute di Peeple.

peeple-app

Oggi però grazie a due ragazze, Julia Cordray e Nicole McCullough entrambe canadesi, il mondo delle recensioni conosce una nuova frontiera, perchè oltre ai sopra citati luoghi di cui siamo soliti leggere recensioni, oggi con l’app Peeple, sarà possibile esprimere un giudizio…sulle persone.

E bene si, con questa applicazione, Peeple, si potrà lasciare un commento, una critica, un giudizio alla persona con la quale si è usciti la sera prima oppure con la quale si lavora ecc… Giudizio che sarà espresso non più da 1 a 5 come nei primi giorni di rilascio dell’app, ma con 3 metodi di valutazione: positivo, negativo o neutro, permettendo alle persone di conoscere i pareri degli utenti.

Obbiettivo è quello di permettere agli utenti, ovvero le persone, di gestire la propria reputazione, con la possibilità di raccomandare, ma anche di essere raccomandati!

peeple-immagine

Le uniche due clausole per l’iscrizione sono:

  • Avere 21 anni compiuti
  • Avere un profilo Facebook da almeno 6 mesi

Oltre a rilasciare il proprio numero di cellulare per l’utilizzo dell’app.

Questo nuovo social, ricorda leggermente anche LinkedIn in quanto le recensioni non sono indirizzate solo in ambito affettivo, o sociale, ma anche lavorativo.

Sarà infatti possibile “recensire” le persone di Peeple, anche in base al loro lavoro.

Peeple, an app under development and co-founded by an Orange County woman, came under Internet fire for its purpose to give people a star rating, much like Yelp. The founders have shifted gears and are now pitching the app as a positivity network.

Sul fatto che sia una novità utile ci sono pareri discordanti, sicuramente però possiamo dire che si tratti di una novità senza precedenti che ci mette in mostra ancora di più rispetto ai social network ormai più conosciuti; chissà che il fattore ansia da giudizio non aiuti realmente le persone a comportarsi diversamente per ricevere un voto positivo!

close
Iscriviti alla newsletter!

È super facile restare aggiornati 🤟

Ricevi ogni settimane le ultime notizie e guide targate Plusrew.com