La Tecnologia semplice da leggere.

Pro e Contro tra Yap, carta Hype, Revolut e N26

Vi presentiamo i pro e contro delle carte prepagate yap, carta hype, revolut e n26

Hai deciso di acquistare una carta prepagata online ma non riesci ad orientarti nel panorama di offerte e proposte che affollano la rete? Sei indeciso perché non conosci le caratteristiche delle principali carte prepagate, vorresti sapere come funzionano, quali sono i costi, i servizi offerti e se hanno commissioni di ricarica? Sei atterrato sul sito giusto. In questo articolo ti proporrò una serie di informazioni relative alle quattro principali carte prepagate presenti oggi in Italia. Ti presenterò le loro caratteristiche principali e cercherò di spiegarti le differenze che esistono fra l’una e l’altra. Le 4 carte principali che andremo a vedere sono YAP, carta HYPE, Revolut, N26.

Yap: caratteristiche

Yap è una carta prepagata virtuale offerta da Nexi, che, come saprai, è uno dei principali colossi in tema di pagamenti on-line. Yap è sia un app di pagamento che una carta prepagata. Questa flessibilità di utilizzo le consente di essere utilizzata sia per effettuare i pagamenti di tutti i giorni, sia per le raccolte di denaro fra amici e conoscenti. Yap ha tra le sue caratteristiche quella di rivolgersi prevalentemente ad un gruppo di giovani o giovanissimi, e di strizzare l’occhio ai loro genitori.

Yap è infatti studiata per piccoli pagamenti e può essere richiesta già a partire dai 12 anni di età. I minorenni ovviamente potranno usare la carta solo se autorizzati dai loro genitori. Il costo è assolutamente gratuito. Infatti la carta potrà essere richiesta senza alcuna spesa e senza che sia previsto un canone mensile.

Gli unici costi richiesti saranno quelli relativi alle ricariche effettuate presso i punti Sisal Pay. Presso questi ultimi la commissione richiesta per la ricarica sarà di 2,5€, mentre per tutte le altre metodologie, ricarica con carta di credito o con bonifico, o tramite sportello Atm, non sarà richiesto alcun costo.

Tra i vantaggi di Yap c’è sicuramente quello della gratuità, mentre si potrebbe registrare un limite per quanto riguarda gli utilizzi che impediscono, ad esempio, la possibilità di pagare conti correnti o modelli mav.

Per entrare più nel dettaglio su YAP vi consigliamo questo articolo!

YAP
YAP

N26: caratteristiche

La seconda carta che prenderemo in esame è n26. Si tratta in questo caso di un vero e proprio conto corrente bancario al quale viene associata una carta di debito MasterCard. N26 offre diverse soluzioni:

  • n26 standard;
  • n26 black;
  • n26 metal;

oltre ad offrire strumenti specifici per il business con n26 business.

Per ottenere n26 occorre essere maggiorenne e aver scaricato sul proprio smartphone l’ app di n26, che consentirà di gestire e monitorare le principali funzioni del proprio conto.

Una volta terminato il processo di registrazione, il principale vantaggio offerto da n26 è di avere tutte le funzionalità di un vero conto corrente. Per quanto riguarda i costi, n26 è gratuito per il conto standard, mentre i costi fissi mensili salgono per n26 Black che costa 9,90 centesimi di euro, mentre n26 metal costa 16,90 centesimi di euro al mese.

Tutte le operazioni potranno essere fatte tramite il conto o tramite la carta associata MasterCard. Le versioni n26 Black ed n26 Metal, offrono in più, rispetto alla carta standard, la possibilità di prelevare da ATM anche all’estero, senza nessuna commissione. Oltre a questo, carta n26 Black, offre un’ assicurazione viaggi, mentre n26 Metal offre, oltre all’assicurazione sui viaggi, anche un’assicurazione medica.

Per entrare più nel dettaglio su N26 vi consigliamo questo articolo!

N26
N26

Carta Hype: caratteristiche

La terza carta che andremo ad esaminare, è la carta prepagata Hype.

In questo caso, si tratta di una carta prepagata collegata a Banca Sella.

Carta Hype, viene proposta in due soluzioni: la carta Hype base e la carta Hype plus. Carta Hype, è associata ad un conto elettronico e consente di gestire attraverso l’app omonima i movimenti e le operazioni sul proprio conto.

L’apertura del conto, così come la chiusura, sono gratuite e per il conto Hype start non è previsto alcun costo mensile.

Gratis sono anche gli scambi tra gli utenti di Hype, per l’invio di denaro in tempo reale. Il passaggio eventuale ad Hype Plus prevede la corresponsione del solo canone mensile di 1 euro.

La ricarica del conto Hype può avvenire attraverso il trasferimento da un altro conto o tramite bonifico da altro conto corrente.

Anche i prelievi sono gratuiti su qualsiasi banca che abbia sportelli in Europa ma anche in aria extra UE.

La differenza sui costi, andrà fatta nel momento in cui si deciderà di utilizzare all’estero, nei paesi di area extra UE, la carta per i pagamenti. In questo caso, infatti, viene prevista una commissione che invece non è richiesta nel caso in cui ci si limiti a prelevare.

Il limite di ricarica previsto per la carta Hype start è di €2500 all’anno.

Mentre se si volesse avere un plafond più alto bisognerebbe passare alla carta Plus, che prevede un plafond di 20.000 euro, con un tetto massimo di importo ricaricabile in un anno di 50.000 euro, suddiviso con un tetto giornaliero di 10.000 euro, e di 20.000 nel mese.

Così come le altre carte prepagate, anche carta Hype, prevede l’utilizzo dei più avanzati sistemi di pagamento, che permettono di pagare senza essere in possesso di una carta fisica.

Per entrare più nel dettaglio su HYPE vi consigliamo questo articolo!

HYPE
HYPE

Revolut: caratteristiche

L’ultima carta che verrà descritta è Revolut. In questo caso, si tratta di un vero e proprio conto bancario che è indicato soprattutto per coloro che viaggiano e operano molto in valuta estera.

Carta revolut Infatti consente di operare con ben 29 valute internazionali, senza che sia dovuta alcuna commissione.

Si tratta evidentemente di un notevole risparmio, a fronte di quelli che sono i costi tradizionalmente applicati dagli altri istituti bancari.

Carta revolut è presente in diverse versioni:

personal: che è la versione base. Non ha alcuna costo e offre un account UK e un IBAN in euro assolutamente gratuiti;

metal: la versione PRO a pagamento.

Per quanto riguarda le spese in valuta estera, c’è un limite di 6000 euro mensili. Oltre questa soglia, viene applicata una commissione dello 0,5%. Un limite, anche per i prelievi mensili, che arrivano fino ad un tetto massimo di 200 euro. Oltre questa soglia, i prelievi comporteranno una commissione del 2%A differenza di altre carte, la spedizione della carta associata, ha un costo di 5,99 euro. La versione medium, è denominata Premium e un costo di 7,99 euro al mese. In questo caso i prelievi bancomat raddoppiano e possono arrivare fino 400 euro mensili gratuitamente, mentre oltre questo tetto, ci sarà sempre una commissione del 2%. Non c’è alcun limite, invece, per quanto riguarda le transazioni con valute straniere che potranno essere eseguite gratuitamente. Tra le funzioni avanzate del conto Premium,  c’è anche l’accesso istantaneo a 5 criptovalute.

Metal: la versione più evoluta di Revolut, che ha un costo di 13,99 euro al mese. In questo caso, i prelievi salgono a 600 euro mensili e in più, c’è la funzione di cashback, che riconosce l’1% percento sui propri acquisti effettuati con la carta.

Per entrare più nel dettaglio su Revolut vi consigliamo questo articolo!

Revolut
Revolut

Speriamo di esservi stati di aiuto e diteci se conoscete altre carte prepagate interessanti!

Alla prossima guida!

Fonte Hype N26 Revolut
via YAP

Scrivi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.